Zum Inhalt
Versione stampa

Curia Vista - Atti parlamentari

06.3152 – Interpellanza

Assistenza giudiziaria in materia penale. Blocco avventato di valori patrimoniali da parte del Ministero pubblico della Confederazione

Depositato da
Data del deposito
24.03.2006
Depositato in
Consiglio nazionale
Stato delle deliberazioni
Liquidato
 

Testo depositato

Il cosiddetto "progetto d'efficienza" è entrato in vigore da più di quattro anni. Le competenze del Ministero pubblico della Confederazione (MPC) sono state estese, in particolare nei casi di assistenza giudiziaria. Il MPC esercita queste competenze con una certa frequenza, e dall'entrata in vigore del progetto il numero di domande di assistenza giudiziaria è notevolmente aumentato.

In relazione alle domande di assistenza giudiziaria trattate dal MPC, chiedo al Consiglio federale di rendere noti i seguenti dati, per ogni anno a partire dal 2002 compreso:

- numero di domande ricevute;

- numero di domande in relazione alle quali è stato chiesto un blocco di beni;

- numero di domande in relazione alle quali il MPC ha disposto il blocco di beni;

- numero di domande in relazione alle quali il MPC o il Tribunale federale ha interamente revocato un blocco di beni;

- numero di domande in relazione alle quali i beni patrimoniali bloccati sono stati consegnati all'autorità estera competente, secondo l'articolo 74a AIMP.

Motivazione

In molti casi, in seguito a una domanda di assistenza giudiziaria, il MPC ordina il sequestro di importi spesso considerevoli, senza essere tenuto ad approfondire la fattispecie e basandosi unicamente sulla domanda estera e su una decisione di entrata nel merito sommariamente motivata. Nell'ambito dell'assistenza giudiziaria, le condizioni da rispettare per procedere a un blocco di beni sono più severe rispetto a quelle previste dal diritto svizzero di procedura penale.

D'altra parte, pare che soltanto in casi molto rari i beni sequestrati vengano consegnati allo Stato richiedente come previsto dall'AIMP. Sembrano rari anche i casi in cui il MPC ha revocato il blocco di beni (in questa sede non ci occupiamo dei casi di revoca parziale del blocco di beni allo scopo di pagare spese o tasse oppure per soddisfare pretese di terzi). Nell'ambito dell'assistenza giudiziaria, le esigenze da rispettare per revocare un blocco di beni patrimoniali sono più severe rispetto a quelle previste dal diritto svizzero di procedura penale. Per le parti interessate, tra le quali vi sono anche imprese elvetiche, il fatto di subire un blocco di beni patrimoniali durante vari anni può talvolta avere effetti disastrosi.

A causa di questi casi pendenti la Confederazione può inoltre essere chiamata a versare risarcimenti, secondo quanto previsto dall'articolo 15 AIMP.

La prassi del MPC, infine, in base alla quale i beni patrimoniali vengono bloccati in modo affrettato, mentre sono sbloccati soltanto raramente e a severe condizioni, nuoce gravemente anche alla reputazione della piazza finanziaria svizzera. Il rischio di essere ingiustamente vittima di un blocco di beni chiesto dall'estero non è indifferente, e le imprese internazionali più prudenti si tutelano trasferendo le loro attività fuori dal nostro Paese.

Risposta del Consiglio federale del 06.09.2006

Nella risposta alla domanda Baumann 04.1145 sui dati statistici dell'assistenza giudiziaria intercantonale e internazionale in materia penale, il Consiglio federale ha dichiarato che l'Ufficio federale di giustizia (UFG) è l'autorità di sorveglianza in questo settore e che dal 2003 i dati statistici di cui dispone sono utilizzati solo in parte. Nelle statistiche dell'UFG non sono però menzionate le domande di assistenza giudiziaria oggetto di comunicazione diretta tra le autorità. Le autorità che intervengono nella procedura di assistenza giudiziaria, inoltre, non inventariano gli stessi dati: il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) registra il numero d'inchieste, l'UFG il numero di domande di assistenza giudiziaria (a ogni domanda è attribuito un numero di riferimento diverso, anche se più domande riguardano la stessa inchiesta) e il Tribunale federale il numero di ricorsi interposti contro i vari atti di assistenza giudiziaria.

Il MPC utilizza un sistema informatico che consente d'inventariare rapidamente i dati statistici che è tenuto a fornire su base annuale alla Corte dei reclami penali del Tribunale penale federale e su base trimestrale al capo del DFGP.

L'inventario ottenibile mediante detto sistema indica segnatamente il numero complessivo d'inchieste di polizia giudiziaria e di procedure di assistenza giudiziaria aperte, in corso ed evase, il numero complessivo d'istruttorie in corso ed evase e il numero complessivo di messe in stato d'accusa dinanzi al Tribunale penale federale. Fornisce anche alcune indicazioni sui tipi di reati perseguiti (criminalità organizzata, riciclaggio di denaro, corruzione, finanziamento del terrorismo ecc.) e il numero di casi complessi trattati.

Occorre tener conto del fatto che il Tribunale federale non applica criteri di ricerca specifici che permettono d'inventariare il numero di decisioni di dissequestro di valori patrimoniali bloccati dal MPC.

I dati chiesti dall'autore dell'interpellanza figurano nella griglia allegata. Le decisioni di sequestro dei valori di cui al punto 3 costituiscono misure provvisionali secondo l'articolo 18 della legge federale del 20 marzo 1981 sull'assistenza internazionale in materia penale (AIMP; RS 351.1), le decisioni di cui al punto 4 sono prese quando le prove sono state raccolte e il loro esame non giustifica il mantenimento della misura, mentre le decisioni di cui al punto 5 sono prese di regola su decisione passata in giudicato ed esecutiva dello Stato richiedente (art. 74a cpv. 3 AIMP).

Gli interventi che contengono grafici o tabelle possono essere scaricati da: Curia Vista / Cos'è Curia Vista / Interventi che contengono grafici o tabelle.

 
 

Cronologia / verbali

Data Consiglio  
20.12.2006CNLa discussione è differita.
20.03.2008Tolto dal ruolo poiché pendente da più di due anni.
 

Camera prioritaria

Consiglio nazionale

Cofirmatari (3)

 
Vi trovate qui: Il Parlamento svizzero > Ricerca > Geschaefte