Zum Inhalt
Versione stampa

Curia Vista - Atti parlamentari

07.433 – Iniziativa parlamentare

Prezzi dell'energia più bassi per le famiglie e le PMI

Depositato da
Data del deposito
23.03.2007
Depositato in
Consiglio nazionale
Stato attuale
Liquidato
 

Testo depositato

Fondandomi sull'articolo 160 capoverso 1 della Costituzione federale e sull'articolo 107 della legge sul Parlamento, presento la seguente iniziativa parlamentare:

Modifica della legge del 26 giugno 1998 sull'energia

1. Art. 9 Edifici

...

Cpv. 4

Per ridurre durevolmente le emissioni nocive nel Paese, la Confederazione promuove nell'ambito del programma SvizzeraEnergia lo standard edilizio Minergie-P; promuove segnatamente la costruzione di edifici che si distinguano per un approvvigionamento energetico che comporti un basso volume di emissioni, per un'utilizzazione del legno e della biomassa compatibile con le esigenze della protezione dell'ambiente e per impianti solari integrati in modo ottimale nei tetti e nelle facciate. Sino all'introduzione di questo standard edilizio a livello nazionale, gli incentivi finanziari possono ammontare al massimo a un terzo degli investimenti supplementari richiesti per i nuovi edifici costruiti conformemente a Minergie-P e a due terzi di quelli richiesti per gli edifici risanati conformemente Minergie-P.

2. Art. 29 Modifica del diritto vigente

...

Cpv. 2bis

Sino all'introduzione a livello nazionale dello standard edilizio Minergie-P, la Confederazione riscuote una tassa a destinazione vincolata di 0,2 centesimi per chilowattora sul contenuto energetico dei vettori energetici fossili al fine di promuovere le misure di cui all'articolo 8 capoverso 7 e all'articolo 9 capoverso 4 LEne.

Cpv. 3bis

Gli aiuti finanziari sono accordati soltanto se è garantito che siano prese in considerazione le esigenze della protezione del paesaggio e degli insediamenti e siano rispettate le disposizioni sulla protezione dell'ambiente. Per i processi di produzione fortemente dipendenti dall'impiego di vettori energetici non rinnovabili, il Consiglio federale può prevedere normative speciali con eccezioni. In casi di rigore possono essere previste agevolazioni anche per altre imprese che consumano grandi quantità di energia.

Motivazione

Minergie e persino Minergie-P possono essere attuati immediatamente e comportano benefici per l'ambiente e l'economia.

1. Rispetto al valore limite SIA, gli edifici Minergie-P riducono la necessità di energia per il riscaldamento, e quindi le emissioni di CO2, dell'80 per cento circa. Nel 2006, la costruzione dell'edificio dell'IFADPA è costata tanto quanto la costruzione degli edifici SIA normali. In termini di consumo energetico questo edificio è addirittura più efficace degli edifici Minergie-P e riduce le emissioni di CO2 dell'85 per cento in confronto agli edifici tradizionali SIA. Nel 2006 è stata costruita a Wil (SG) una casa quadrifamiliare tecnicamente comparabile all'IFADPA che non è costata più degli edifici SIA normali (cfr. Premio solare svizzero 2006, pagg. 22-25). Su un lasso di tempo di circa otto anni e mezzo, la sostituzione di energia corrisponderebbe grossomodo a 8 terawattora, di cui l'80 per cento dovuto all'isolamento termico e il 20 per cento alle energie rinnovabili. Allora, che cosa aspettiamo?

2. Rispetto al valore limite SIA, gli edifici Minergie-P riducono la necessità di energia termica, e quindi le emissioni di CO2, dell'80 per cento circa, rappresentando probabilmente la misura più efficace ed economica per ridurre le emissioni di CO2. Questa misura corrisponde inoltre in modo ottimale e duraturo al principio della proporzionalità di cui all'articolo 5 capoverso 2 della Costituzione federale. Nel 2006 anche gli edifici privati, come ad esempio una casa quadrifamiliare a Wil conformemente allo standard Minergie-P sono stati insigniti del Premio solare. Anche la costruzione di questo edificio non ha comportato costi supplementari rispetto agli edifici tradizionali conformi alle norme SIA.

Per quanto concerne l'attuazione e la base costituzionale della tassa, si rinvia al messaggio del Consiglio federale del 28 maggio 2003. La presente iniziativa parlamentare prevede soltanto un adeguamento dell'aliquota della tassa che deve passare da 0,04 a 0,1 centesimi per chilowattora.

 

Cronologia / verbali

DataConsiglio 
13.11.2007Ritiro.
 
 

Camera prioritaria

Consiglio nazionale

Cofirmatari (4)

 

Soggetti (in tedesco):

Aiuto

Ergänzende Erschliessung:

2846;66

Vi trovate qui: Il Parlamento svizzero > Ricerca > Geschaefte