Zum Inhalt
Versione stampa

Curia Vista - Atti parlamentari

08.459 – Iniziativa parlamentare

Ripartizione dei maggiori costi energetici su inquilini e locatori in caso di abitazioni mal isolate

Depositato da
Data del deposito
02.10.2008
Depositato in
Consiglio nazionale
Stato attuale
Liquidato
 

Testo depositato

Fondandomi sugli articoli 160 capoverso 1 della Costituzione federale e 107 della legge sul Parlamento presento l'iniziativa parlamentare seguente:

Il diritto di locazione deve essere modificato affinché i maggiori costi derivati dal consumo di energia di un immobile mal isolato rispetto a un edificio che soddisfa i requisiti minimi dello standard Minergie 2009 (calcolato a una temperatura ambiente di circa 20 gradi) siano ripartiti in egual misura tra inquilini e locatori.

Motivazione

Nel rapporto concernente i provvedimenti a favore del clima nel settore degli edifici il competente ufficio federale scrive che il programma di risanamento degli edifici della fondazione Centesimo per il clima contribuisce in maniera diretta e rilevante a ridurre l'emissione di CO2 nell'ambito degli edifici. Tuttavia i risultati raccolti finora mostrano che i fondi destinati a promuovere tale programma non sono adeguatamente utilizzati. Per porre rimedio a questa situazione si intende lanciare una costosa campagna pubblicitaria di oltre un milione di franchi.

Non è sorprendente che i fondi a disposizione non siano adeguatamente sfruttati, poiché la maggior parte degli edifici in Svizzera è abitata da inquilini. Soprattutto le case plurifamiliari mal isolate costruite negli anni Sessanta sono quasi esclusivamente date in affitto e i costi di riscaldamento sono a carico degli inquilini. Infatti, quando l'involucro dell'edificio è mal isolato sono gli inquilini, e non i locatori, a sopportare i maggiori costi. Per i proprietari non vi è dunque alcun incentivo a risanare l'edificio dal profilo energetico, dal momento che il rincaro dell'energia si ripercuote interamente sugli inquilini. Poiché l'isolamento dell'edificio spetta al proprietario, gli inquilini possono fare ben poco per migliorare il bilancio energetico e ridurre i costi di riscaldamento. Un mercato dell'alloggio saturo in molte regioni della Svizzera rende inoltre più difficile agli inquilini trovare un'abitazione adeguatamente isolata. Per poter attuare i provvedimenti a favore del clima nel settore degli edifici, i proprietari devono essere maggiormente incentivati: l'obbligo di farli partecipare ai maggiori costi energetici per non aver risanato l'edificio contribuirà a cambiare le mentalità.

Grazie a questo modello di incentivazione, l'isolamento degli edifici sarà interessante anche per i proprietari che non abitano in una casa propria e in tal modo si terrà conto del risparmio energetico e della protezione del clima. Nello stesso tempo sono messi in atto importanti investimenti economici che comporteranno un miglioramento sostenibile della situazione dell'alloggio.

 
 

Cronologia / verbali

DataConsiglio 
23.09.2009 CN All'iniziativa non è dato seguito.
 
 

Tipo di trattazione CN

IV

 
 
Vi trovate qui: Il Parlamento svizzero > Ricerca > Geschaefte