Zum Inhalt
Versione stampa

Curia Vista - Atti parlamentari

09.3606 – Postulato

Osservatorio delle piazze finanziarie. Per una Svizzera concorrenziale e offensiva

Depositato da
Gruppo liberale radicale
Portavoce
Brunschwig Graf Martine
Data del deposito
11.06.2009
Depositato in
Consiglio nazionale
Stato attuale
Liquidato
 

Testo depositato

Il Consiglio federale è invitato a valutare la creazione di un osservatorio permanente delle piazze finanziarie di portata internazionale.

Motivazione

Per garantire e rafforzare la sua capacità concorrenziale, la Svizzera deve adottare una posizione ferma e offensiva sul piano internazionale.

Numerosi Paesi conoscono legislazioni e pratiche che costituiscono per il loro sistema bancario vantaggi comparativi importanti, ma mai repertoriati. Il funzionamento e le pratiche delle piazze finanziarie concorrenti (USA, Gran Bretagna, Dubaï, Hong Kong, Singapore e altre ancora) devono essere meglio identificati e confrontati sotto il profilo dei loro effetti sul funzionamento del sistema finanziario svizzero. Ben al di là del dibattito sul segreto bancario, un simile osservatorio, che fornirebbe informazioni economiche e finanziarie debitamente documentate, permetterebbe alla Svizzera di negoziare e decidere in una posizione di forza. Limitare la discussione, come sembra essere il caso oggi, al numero di convenzioni contro la doppia imposizione adeguate in funzione dell'articolo 26 del modello di convenzione dell'OCSE è riduttivo e diminuisce la concorrenzialità del nostro Paese. Riposizionare il dibattito in un contesto più ampio concernente l'insieme delle pratiche delle piazze finanziarie permetterebbe alla Svizzera di garantire e rafforzare la sua situazione concorrenziale in materia finanziaria.

Parere del Consiglio federale del 19.08.2009

Il Consiglio federale si impegna affinché siano garantite anche in futuro condizioni quadro competitive per la piazza finanziaria Svizzera. Ciò richiede una continua analisi della situazione giuridica in Svizzera rispetto a quella di altre piazze finanziarie importanti. Pertanto, il Consiglio federale appoggia l'obiettivo fondamentale del postulato.

In questo contesto si devono menzionare i lavori del Comitato di direzione del dialogo sulla piazza finanziaria Svizzera (Codifi). Questo comitato, costituito da rappresentanti delle autorità e del settore finanziario, si prefigge di migliorare le condizioni quadro e, quindi, la competitività internazionale della piazza finanziaria Svizzera. Nel settembre del 2008 il Codifi ha approvato un pacchetto di misure volte a migliorare il monitoraggio degli sviluppi normativi internazionali. Sono previste, fra l'altro, delle misure che consentono congiuntamente alle autorità e alle associazioni di settore di riconoscere tempestivamente gli sviluppi normativi all'estero, di analizzarne gli effetti sulla Svizzera, di elaborare basi decisionali (strategiche) e proporre le misure necessarie. A questo scopo si intende istituire in particolare un gruppo permanente di monitoraggio congiunto, costituito da rappresentanti delle autorità e del settore finanziario, che dovrà individuare per tempo ed analizzare gli sforzi normativi internazionali essenziali per la piazza finanziaria Svizzera nell'ambito dei mercati finanziari, affinché le autorità e i settori interessati possano reagire tempestivamente agli sviluppi delle condizioni quadro estere. Il gruppo di lavoro dovrebbe iniziare a lavorare quest'anno.

Partendo da questo presupposto, il Consiglio federale ritiene che si tenga già conto delle richieste del presente intervento e propone, quindi, di respingere il postulato.

Proposta del Consiglio federale del 19.08.2009

Il Consiglio federale propone di respingere il postulato.

 

Cronologia / verbali

DataConsiglio 
17.06.2011Tolto dal ruolo poiché pendente da più di due anni.
 

Camera prioritaria

Consiglio nazionale

 

Soggetti (in tedesco):

Aiuto

Ergänzende Erschliessung:

24

Vi trovate qui: Il Parlamento svizzero > Ricerca > Geschaefte