Zum Inhalt
Versione stampa

Curia Vista - Atti parlamentari

09.3975 – Mozione

Standard e procedure nei progetti di costruzione cofinanziati dalla Confederazione

Depositato da
Commissione delle costruzioni pubbliche CN
Portavoce
Leutenegger Filippo
Data del deposito
26.10.2009
Depositato in
Consiglio nazionale
Stato attuale
Liquidato
 

Testo depositato

Il Consiglio federale è invitato a fare in modo che in tutti i progetti di costruzione che la Confederazione cofinanzia in modo sostanziale (compresi quelli della Fondazione degliiImmobili per le organizzazioni internazionali) ci si attenga agli standard e alle procedure previsti dall'Ufficio federale delle costruzioni e della logistica per i progetti di costruzione della Confederazione. Eventuali differenze devono essere motivate di fronte alle commissioni competenti.

Parere del Consiglio federale del 27.01.2010

Per i tre organi della costruzione e degli immobili della Confederazione, ossia l'Ufficio federale delle costruzioni e della logistica (UFCL), Armasuisse e il consiglio dei politecnici federali, gli standard sono ampiamente armonizzati per quanto concerne le costruzioni comparabili. La Conferenza di coordinamento degli organi della costruzione e degli immobili dei committenti pubblici è l'organizzazione mantello incaricata di questo coordinamento. In linea di massima, per le realizzazioni immobiliari comparabili gli standard e le procedure vengono applicati soprattutto nel settore dei locali amministrativi e in quello dell'energia allo scopo di razionalizzare le superfici e di ridurre le spese energetiche. In questo senso il Consiglio federale ritiene che la richiesta degli autori della presente mozione sia già adempiuta.

Nel caso specifico della Fondazione degli immobili per le organizzazioni internazionali (FIPOI) e, come evidenziato dal Consiglio federale nella sua risposta alla mozione Rutschmann 09.3845 del 24 settembre 2009, gli standard e le procedure applicati dalla FIPOI sono conosciuti dall'UFCL poiché questi siede nel consiglio di fondazione della stessa FIPOI e partecipa pertanto a tutte le decisioni importanti che vi vengono prese. Per ragioni riguardanti lo statuto delle organizzazioni internazionali e gli impegni derivanti dagli accordi di sede, gli standard e le procedure applicati agli edifici delle organizzazioni sono severi, anche se non sono paragonabili con quelli che l'UFCL applica alle costruzioni della Confederazione. L'applicazione di standard diversi è dettata in particolare da considerazioni legate alla sicurezza e a norme emanate a livello internazionale dalle organizzazioni. Inoltre, le procedure concernenti progetti di costruzione sono condotte in favore di organizzazioni internazionali a beneficio di privilegi e immunità i quali non sono sottoposti a determinate regole interne all'UFCL.

Sebbene non sia contrario all'applicazione di standard e procedure dell'UFCL alle organizzazioni internazionali, il Consiglio federale non ritiene imperativa una tale applicazione poiché pregiudicherebbe la competitività della Svizzera in quanto Paese ospitante.

Proposta del Consiglio federale del 27.01.2010

Il Consiglio federale propone di respingere la mozione.

 
 

Cronologia / verbali

DataConsiglio 
03.06.2010 CN Adozione.
14.03.2011 CS Reiezione.
 
 

Camera prioritaria

Consiglio nazionale

 
Vi trovate qui: Il Parlamento svizzero > Ricerca > Geschaefte