Zum Inhalt
Versione stampa

Curia Vista - Atti parlamentari

09.4011 – Postulato

Trasparenza per i mandati di esperti nell'amministrazione federale

Depositato da
Data del deposito
25.11.2009
Depositato in
Consiglio nazionale
Stato attuale
Trasmesso
 

Testo depositato

In vista del preannunciato piano di rinuncia a determinati compiti il Consiglio federale è incaricato di redigere un rapporto che permetta di fare chiarezza sui mandati attribuiti dall'amministrazione federale ad esperti. Il rapporto deve elencare in modo consolidato tutti i mandati di esperti e consulenze di tutti i dipartimenti e uffici per l'intero anno 2008. In particolare, deve indicare quanti di questi mandati sono stati messi a concorso pubblico e come si è sviluppato dal punto di vista finanziario negli scorsi anni il ricorso dell'amministrazione federale alle conoscenze degli esperti. Il rapporto deve pure illustrare in che modo si sono ripercorse le misure decise dal Consiglio federale in relazione all'assegnazione di mandati ad esperti.

Motivazione

Il rapporto del 16 ottobre 2006 della Commissione della gestione del Consiglio degli Stati ha evidenziato che l'amministrazione federale destina ingenti mezzi ad esperti esterni e a consulenze (nel 2004 sono stati spesi da 600 a 700 milioni di franchi per mandati ad esperti). In questo ambito non vi è trasparenza sulle prassi seguite per l'assegnazione dei mandati né sulla loro ripartizione tra i dipartimenti e gli uffici.

Nel marzo del 2007 il Consiglio federale ha annunciato l'introduzione di diverse misure in relazione all'assegnazione di mandati a esperti allo scopo di raggiungere una migliore visione d'insieme e coordinazione. Da allora sono trascorsi quasi tre anni e i risultati di queste misure dovrebbero essere esaminati. Proprio in vista dell'esame completo dei compiti della Confederazione che si spera dovrebbe finalmente essere realizzato, è utile ottenere la necessaria trasparenza in fatto di aggiudicazione da parte dell'amministrazione federale di mandati ad esperti.

Parere del Consiglio federale del 17.02.2010

Nella sua lettera del 15 ottobre 2009 indirizzata alla Commissione della gestione del Consiglio degli Stati (CdG-S), il Consiglio federale informa, nel quadro di una verifica, dello stato d'attuazione delle misure previste (FF 2007 1513) a seguito del rapporto della Commissione della gestione del Consiglio degli Stati del 13 ottobre 2006 "Ricorso alle perizie esterne da parte dell'amministrazione federale: portata, concorrenza, gestione" (FF 2007 1525).

Nella lettera, il Consiglio federale presenta altresì lo stato di avanzamento dei lavori concernenti la realizzazione di un "Controlling strategico degli acquisti" a livello federale come pure il progetto di gestione dei contratti dell'amministrazione federale.

Le raccomandazioni formulate dalla CdG-S nell'ottobre del 2006, che miravano a istituire una rendicontazione uniforme sulle acquisizioni di prestazioni di servizi e ad assicurare che i dipartimenti e i servizi di coordinamento avessero una visione globale dei mandati peritali assegnati nel settore di loro competenza, stanno per essere realizzate. La soluzione attuata è più ampia in quanto registra e indica, oltre alle prestazioni di servizi costituite dai mandati di consulenza, tutti i pagamenti effettuati a titolo di acquisto di beni e servizi in seno all'amministrazione federale. Essa permette inoltre di accrescere in modo considerevole l'informazione e la trasparenza relative al portafoglio di contratti della Confederazione, in particolare per quanto riguarda i mandati esterni.

Sarà possibile pubblicare, come richiesto dall'autore del postulato, le spese e le procedure di aggiudicazione relative ai mandati peritali del 2008 soltanto dal secondo trimestre del 2010, poiché il nuovo "Controlling strategico degli acquisti" è stato reso operativo nell'agosto del 2008 e l'accertamento di tutti i dati riguardanti i pagamenti viene effettuato dal mese di gennaio del 2009. Per questa ragione, le cifre concernenti gli acquisti pubblici del 2009 non potranno essere analizzate prima del secondo trimestre del 2010.

Il Controllo federale delle finanze (CDF) ha inoltre previsto di procedere, per il 2010, a un esame trasversale degli acquisti di beni e servizi che contribuirà ad accrescere la trasparenza in materia.

Infine, i lavori di attuazione relativi alla mozione Laubacher 04.3755 si concluderanno nel primo trimestre del 2010. La Cancelleria federale predisporrà una piattaforma centralizzata per la pubblicazione di studi realizzati all'esterno dell'amministrazione (sulla base dell'art. 6 cpv. 2 OrgCaF); la gestione dei documenti da inserire nella banca dati spetta ai dipartimenti.

Proposta del Consiglio federale del 17.02.2010

Il Consiglio federale propone di accogliere il postulato.

 
 

Cronologia / verbali

DataConsiglio 
19.03.2010 CN Adozione.
 
 
Vi trovate qui: Il Parlamento svizzero > Ricerca > Geschaefte