Zum Inhalt
Versione stampa

Curia Vista - Atti parlamentari

10.3780 – Mozione

Modifica e integrazione della LEF. Professione di rappresentante dei creditori

Depositato da
Data del deposito
30.09.2010
Depositato in
Consiglio nazionale
Stato delle deliberazioni
Accolto
 

Testo depositato

Il Consiglio federale è incaricato di sottoporre al Parlamento una modifica dell'articolo 27 della legge federale sulla esecuzione e sul fallimento (LEF), che garantisca il libero accesso al mercato svizzero ai rappresentanti dei creditori e renda possibile, a livello svizzero, la trasmissione elettronica di atti scritti nella procedura LEF conformemente al nuovo articolo 33a LEF (in vigore dal 1° gennaio 2011).

Motivazione

Secondo il tenore attuale dell'articolo 27 LEF, spetta ai cantoni disciplinare la professione di rappresentante dei creditori. Di conseguenza, ad esempio nei cantoni di Vaud e di Ginevra, i rappresentanti di creditori provenienti da altri cantoni non sono ammessi alla procedura esecutiva. I creditori sono pertanto obbligati ad avviare la procedura esecutiva nei confronti del loro debitore da soli oppure incaricando un "agent d'affaires" (o addirittura un avvocato) risiedente nel cantone in questione. Non c'è libero mercato e a causa della mancata concorrenza le tariffe orarie sono in parte concordate tra gli agents d'affaires.

Attualmente l'articolo 27 LEF contraddice la legge federale sul mercato interno (LMI), che garantisce il libero accesso al mercato.

Il 1° gennaio 2011 entrerà in vigore il nuovo Codice di procedura civile. Senza un adeguamento dell'articolo 27 LEF in gran parte della Svizzera i rappresentanti di creditori potrebbero presentare atti scritti (p. es. richieste di rigetto) per i loro clienti in procedimenti giudiziari sommari, ma non sarebbero autorizzati a presentare una semplice domanda d'esecuzione e quindi ad avviare la procedura di per sé.

Il progetto e-LEF rappresenta un contributo importante dell'UFG nell'attuazione della strategia di e-government della Svizzera. Tale progetto si propone di creare un'infrastruttura che permetta ai creditori di presentare domande di informazioni su procedimenti esecutivi e domande d'esecuzione per via elettronica presso il competente ufficio d'esecuzione. La base legale necessaria sarà istituita il 1°gennaio 2011 con il nuovo articolo 33a LEF. Anche sotto questo punto di vista è attualmente necessario adeguare l'articolo 27 LEF alle esigenze dell'e-government per garantire un passaggio senza intoppi alla nuova procedura e quindi armonizzare sul piano svizzero il disciplinamento della professione di rappresentante dei creditori.

Proposta del Consiglio federale del 17.11.2010

Il Consiglio federale propone di accogliere la mozione.

 
 

Cronologia / verbali

Data Consiglio  
17.12.2010CNAdozione.
30.05.2011CSAdozione.
 
 
 
Vi trovate qui: Il Parlamento svizzero > Ricerca > Geschaefte