Zum Inhalt
Versione stampa

Curia Vista - Atti parlamentari

11.3677 – Mozione

Base legale per i test d'acquisto di alcol

Depositato da
Data del deposito
17.06.2011
Depositato in
Consiglio nazionale
Stato delle deliberazioni
Mozione alla seconda Camera
 

Testo depositato

Il Consiglio federale è invitato a creare rapidamente una base legale per l'esecuzione di test d'acquisto di alcol al fine di tutelare efficacemente la gioventù.

Motivazione

Il divieto di consegna di bevande alcoliche ai giovani di età inferiore ai 16 anni (18 anni per l'alcol ad elevata gradazione) è uno degli elementi principali per la prevenzione delle dipendenze nell'adolescenza. I test d'acquisto sono lo strumento di controllo più efficace per far rispettare questo divieto da parte dei punti vendita. Da anni hanno dato esito positivo nella collaborazione tra le autorità preposte alla sicurezza e le autorità sociali. Come funzionano i test d'acquisto di alcol? Concretamente i giovani, perlopiù incaricati dalla Blaues Kreuz, si recano in ristoranti, negozi e stazioni di servizio e cercano di ottenere bevande alcoliche. Nelle città in cui si svolgono regolarmente questi test le percentuali delle violazioni del divieto di vendita diminuiscono rapidamente. Uno studio relativo a 5688 test d'acquisto, effettuato da 15 cantoni tra il 2000 e il 2009, conferma l'effetto preventivo. La consegna di alcol a minorenni è diminuita dal 60 al 30 percento. Per rendere efficace l'effetto preventivo è importante che la persona addetta alle vendite che viola la legge o il suo superiore possano essere chiamati ad assumersi le proprie responsabilità. I test d'acquisto effettuati solo per scopi di monitoraggio, come si auspicherebbe il commercio al dettaglio, perderebbero rapidamente l'effetto dissuasivo e quello preventivo. Si tratta dell'esigenza di poter utilizzare penalmente i test d'acquisto e i loro risultati. A tal fine devono essere creati i presupposti legali. Se i test d'acquisto devono espletare l'effetto desiderato, le autorità devono poter perseguire i punti vendita sotto il profilo non solo del diritto amministrativo ma anche di quello penale. Secondo il Codice di procedura penale vigente, ai semplici acquisti fittizi come quelli effettuati nei test d'acquisto di alcol si applicano le disposizioni sull'inchiesta mascherata. Nell'iniziativa parlamentare 08.458, "Precisazione del campo d'applicazione delle disposizioni concernenti l'inchiesta mascherata", Daniel Jositsch precisa il suddetto campo d'applicazione allo scopo di sottrarre dallo stesso i test d'acquisto, che in tal modo non sarebbero più possibili. Tuttavia, ciò non comporta ancora la legalizzazione dei predetti acquisti, di cui deve occuparsi senza indugio il Consiglio federale.

Proposta del Consiglio federale del 17.08.2011

Il Consiglio federale propone di accogliere la mozione.

 
 

Cronologia / verbali

Data Consiglio  
30.09.2011CNOpposizione; discussione differita.
23.12.2011CNAdozione.
 
 
 
Vi trovate qui: Il Parlamento svizzero > Ricerca > Geschaefte