Zum Inhalt
Versione stampa

Curia Vista - Atti parlamentari

12.3327 – Postulato

Per una politica del libro

Depositato da
Data del deposito
16.03.2012
Depositato in
Consiglio degli Stati
Stato delle deliberazioni
Accolto
 

Testo depositato

Il Consiglio federale è incaricato di presentare un serie di possibilità in grado almeno di tamponare, se non di risolvere, la situazione molto delicata della letteratura svizzera e del libro in Svizzera.

Motivazione

La letteratura e il libro, considerati in un'ottica culturale, sono i parenti molto poveri di un ambito che lo è già fin troppo e non fanno che tirare avanti. Arte certamente fragile ma essenziale, la letteratura e il suo supporto permettono solo raramente di guadagnare denaro, sebbene occasionalmente in grande quantità. Questo inconveniente non è compensato da una politica settoriale per la salvaguardia e lo sviluppo di questo oggetto fondamentale, né da parte della Confederazione né, tranne rare eccezioni, da parte dei cantoni. Dopo il fallito tentativo del progetto del prezzo fisso, occorre elaborare proposte fondate sugli articoli 69, 70 e 103 della Costituzione federale per ovviare a questa situazione. Si pensa in particolare ai sistemi ispirati dal rapporto "Succès Livre" (2009), ma anche ai premi di letteratura, ai lavori commissionati, alle edizioni cofinanziate, al finanziamento di residenze per autori e laboratori di scrittura, a programmi scolastici, ecc. che potrebbero essere sviluppati e promossi.

Parere del Consiglio federale del 16.05.2012

La piazza letteraria svizzera merita di essere sostenuta. La Confederazione non ha atteso i risultati della votazione dell'11 marzo 2012 per adottare misure in suo favore (sostegno agli autori, alla traduzione, all'editoria e a manifestazioni letterarie).

L'Ufficio federale della cultura s'impegna in favore della letteratura, per facilitare l'accesso alla lettura e ai libri, garantire la diversità dell'offerta e promuovere il riconoscimento della creazione letteraria di qualità.

Con l'entrata in vigore della legge sulla promozione della cultura, la Confederazione può assegnare premi in tutti gli ambiti artistici. In futuro assegnerà premi e riconoscimenti letterari per sostenere autrici e autori e per dare loro contemporaneamente una visibilità nazionale e internazionale. I premi e i riconoscimenti letterari saranno assegnati per la prima volta nel maggio 2013, in occasione delle Giornate letterarie di Soletta.

Altre misure sono attualmente al vaglio degli esperti: dopo che il prezzo fisso dei libri è stato respinto, il capo del Dipartimento federale dell'interno ha chiesto all'Ufficio federale della cultura di valutare la situazione e di sottoporgli, entro l'autunno, delle proposte per completare all'occorrenza le misure esistenti.

In collaborazione con i cantoni e le città, la Confederazione integrerà nel corso dell'anno l'indagine sulle misure pubbliche in favore della letteratura. Una prima panoramica ottenuta nel 2006 ha fornito informazioni sulle proporzioni e l'eterogeneità dei fondi pubblici destinati alla catena del libro. La panoramica del 2012 consentirà di conoscere l'evoluzione dei fondi pubblici a disposizione della letteratura e di completare i dati disponibili. Il Consiglio federale è disposto inoltre a esaminare la situazione del mercato del libro in Svizzera.

Solo quando saranno disponibili questi dati di base, il Consiglio federale sarà in grado di soddisfare le richieste del postulato.

Proposta del Consiglio federale del 16.05.2012

Il Consiglio federale propone di accogliere il postulato.

 
 

Cronologia / verbali

Data Consiglio  
01.06.2012CSAdozione.
 
 
Vi trovate qui: Il Parlamento svizzero > Ricerca > Geschaefte