​La rappresentanza delle donne è al centro della campagna per le elezioni federali che si terranno in ottobre 2019. La Camera dei Cantoni è sotto i riflettori dato che dovranno essere riassegnati vari seggi che attualmente sono occupati da senatrici. La femminilizzazione delle istanze politiche cantonali prosegue: nel 2018 le consigliere di Stato hanno raggiunto un numero record.

L’Unione interparlamentare (UIP) constata che dal 2016 la percentuale di donne nei Parlamenti nazionali sta diminuendo. La situazione in seno al Parlamento svizzero è invece più discontinua. Mentre in Consiglio nazionale il numero di donne aumenta regolarmente dal 1974, in Consiglio degli Stati si è invece assistito a una diminuzione nelle ultime due legislature. Ora che varie senatrici sono in procinto di lasciare la propria carica ci si chiede se i partiti proporranno abbastanza donne per sostituirle.

A fine 2018 le donne occupano il 33 per cento dei seggi in Consiglio nazionale (66 donne e 134 uomini) contro il 15,2 per cento in Consiglio degli Stati (7 donne e 39 uomini). La percentuale di donne elette in Consiglio nazionale nel 2015 ha superato per la prima volta la soglia del 30 per cento, raggiungendo il 32 per cento. In Consiglio degli Stati il tasso è invece sceso al livello più basso dal 1991. Vi è il grosso rischio che dopo le elezioni 2019 si assista a un nuovo calo del numero di donne in Consiglio degli Stati.

EVOLUZIONE DELLA PERCENTUALE DI DONNE, 1974 - 2018

Evoluzione della percentuale di donne in Consiglio nazionale e in Consiglio degli Stati,
stato 1° ennaio dell’anno considerato.

 

PERCENTUALE DI DONNE ALLE CAMERE (DATA DI RIFERIMENTO: 28.09.2018)

Percentuale di donne in Consiglio nazionale e in Consiglio degli Stati, stato 1° ennaio dell’anno considerato (data di riferimento: 28.09.2018).

 

LE DONNE AUMENTANO LEGGERMENTE NEI PARLAMENTI E NEGLI ESECUTIVI CANTONALI

L’Ufficio federale di statistica (UST) indica che la percentuale di donne nei Parlamenti cantonali ha raggiunto il livello più alto nel periodo 2014-2018 (27,9%). Da due decenni le donne sono in leggero ma costante aumento: tra il 1996 e il 1999 rappresentavano il 24,1 per cento degli eletti, tra il 2000 e il 2003 il 24,2 per cento e tra il 2004 e il 2007 il 26,5 per cento. Tuttavia i Parlamenti cantonali non sono affatto omogenei, come lo dimostrano le elezioni svoltesi nei Cantoni tra il 2012 e il 2015: la percentuale di donne supera il 30 per cento in otto legislativi cantonali (BL, ZH, AG, BE, BS, SO, AI e VD) mentre è inferiore al 20 per cento in sette Cantoni (GR, UR, SZ, NW, GL, SH e VS).

Negli esecutivi cantonali le donne occupano attualmente 37 seggi su 154, un risultato incoraggiante sapendo che in passato erano del tutto assenti o presenti soltanto in modo marginale. Nel 1983, Hedi Lang (PS/ZH) è diventata la prima consigliera di Stato a far parte di un esecutivo cantonale. Nel 1991, solo cinque donne facevano parte di un esecutivo, ossia una percentuale del 3 per cento.

Evoluzione della percentuale di donne nelle istituzioni politiche 

 

FONTI: