Per che cosa hanno combattuto le prime dodici donne che si sono sedute sotto la Cupola federale? Nella loro condizione di forte minoranza, come hanno vissuto il loro impegno politico e convinto i colleghi uomini della bontà delle loro idee? La vallesana Gabrielle Nanchen, che aveva 28 anni quando fu eletta per il partito socialista nel 1971, testimonia e si rivolge alle giovani donne che vogliono entrare nell’arena politica.

Gabrielle Nanchen è nata nel Cantone di Vaud nel 1943. Dopo gli studi in scienze sociali segue il marito vallesano nel suo Cantone di origine e perde, in quanto donna, il diritto di voto a livello cantonale. Aderisce al partito socialista vallesano. Oltre al suo mandato di parlamentare federale è stata presidente di «Femmes, rencontres, travail», vicepresidente della Commissione federale per le questioni femminili, presidente di Swissaid, delegata della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) per le questioni nord-sud, presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile delle regioni di montagna e membro dell'assemblea del CICR. È cofondatrice ed ex presidente dell’Association Compostelle-Cordoue che promuove la condivisione tra le culture attraverso la marcia, il dialogo e la comprensione secondo il motto «les jambes, le cœur et la tête».

 

 

Link diretto alla versione a schermo intero su YouTube

 

Gabrielle Nanchen ha scritto:

  • Hommes et femmes, le partage, Ed. Pierre-Marcel Favre, 1981
  • Amour et pouvoir, Des hommes, des femmes et des valeurs, Ed. Pierre-Marcel Favre, 1990
  • Compostelle, de la Reconquista à la réconciliation, Ed. Saint-Augustin, 2008
  • Saint-Jacques de Compostelle, De Suisse en Galice, un chemin vers soi-même, Vevey, 2009, Ed. Mondo
  • Compostelle-Cordoue, Marche et Rencontre. Un témoignage collectif sous la direction de Gabrielle Nanchen et Louis Mollaret, Ed. Saint-Augustin 2012. JB
  • Le goût des autres. Des nouvelles du vivre ensemble, Ed. Saint-Augustin, 2018