Nella Sala dei passi perduti, durante le sessioni, i parlamentari s’incontrano e discutono, rilasciano interviste e ricevono i lobbisti. Questa Sala serve anche a scopi di rappresentanza: vi si svolgono infatti i ricevimenti di Stato del Consiglio federale o il ricevimento di Capodanno del presidente della Confederazione. Dal gennaio 2019, i Servizi del Parlamento inviteranno regolarmente la popolazione a partecipare ad eventi pubblici che si terranno proprio nella Sala dei passi perduti e durante i quali verranno affrontate e approfondite questioni relative al Parlamento e alla politica. Questa nuova formula di discussione prenderà il via con una trilogia di incontri ispirati alla rivista «traverse 03/2018». Pubblicata a dicembre 2018 la rivista dedica infatti otto articoli ai principali sviluppi del parlamentarismo svizzero dal XIX secolo. Tre di questi articoli saranno approfonditi durante gli eventi.
 

Avviso
durante i colloqui che si terranno nella sala dei passi perduti saranno scattate foto e effettuate riprese video che saranno poi pubblicate sul sito Internet e sui social media dei Servizi del Parlamento. Partiamo dal presupposto che i presenti siano d’accordo.

La fine del sistema di milizia?

          

Realtà e posta in gioco del politico professionista

Nel suo articolo «L’Assemblée fédérale et le passage inachevé du dignitaire au politicien professionnel» Andrea Pilotti illustra come, sin dalla nascita dello Stato federale nel 1948, il Parlamento svizzero sia caratterizzato dal sistema di milizia e si contraddistingua per l’assenza di una vera professionalizzazione del lavoro parlamentare. Questa situazione si è tradotta in una considerevole presenza di deputati federali provenienti dalla media o addirittura dall’alta borghesia. Le recenti riforme del Parlamento svizzero finalizzate a una sua professionalizzazione hanno permesso l’apparizione e la crescita di un gruppo di parlamentari professionisti. Tuttavia, contrariamente alla maggior parte dei Paesi occidentali, sotto la Cupola federale non si è compiuto il passaggio dalla figura di notabile a quella di politico professionista.

Programma

19.00 – 19.15

  • Benvenuto del Servizio del Parlamento
  • Breve presentazione dei risultati da parte di Andrea Pilotti

19.15 – 20.30

Tavola rotonda con:

  • Raphaël Comte, consigliere agli Stati PLR
  • Alice Glauser-Zufferey, consigliera nazionale UDC
  • André Mach, Università di Losanna
  • Philippe Schwab, Segretario generale dell’Assemblea federale

Moderatore: Pierre Nebel, RTS
Il colloquio in lingua francese è pubblico e l’ingresso è gratuito. Poiché i posti sono limitati vi preghiamo di riservare per tempo via e-mail pr@parl.admin.ch oppure telefonicamente allo 058 322 99 00.