L’Assemblea federale plenaria è competente per l’elezione dei giudici dei tribunali della Confederazione (Tribunale federale, Tribunale penale federale, Tribunale amministrativo federale, Tribunale federale dei brevetti, Tribunale militare di cassazione), del procuratore generale della Confederazione e dei suoi sostituti così come dell’Autorità di vigilanza sul Ministero pubblico della Confederazione.

La Commissione giudiziaria è stata designata per la preparazione dei tali elezioni.

 

Un giudice di lingua principale tedesca presso il Tribunale amministrativo federale


La Commissione giudiziaria mette a pubblico concorso un posto al 100% presso il Tribunale amministrativo federale (TAF). Il nuovo giudice, di lingua principale tedesca, lavorerà nella Corte V del TAF, competente in materia di diritto d’asilo.

Requisiti: licenza in diritto, preferibilmente con patente di avvocato; esperienza pluriennale, di preferenza presso un tribunale cantonale, in uno studio legale o nell’amministrazione pubblica; conoscenze approfondite ed esperienza nel diritto amministrativo, in particolare nel diritto d’asilo; metodo di lavoro efficiente e rapido, risolutezza, capacità di lavorare in gruppo ed elevate competenze sociali.

L’esercizio della funzione esige una perfetta padronanza scritta e orale della lingua tedesca nonché molto buone conoscenze della lingua italiana. È gradita la conoscenza della terza lingua ufficiale.

La Commissione giudiziaria attribuisce importanza a un’equa rappresentanza delle varie forze politiche in seno ai tribunali della Confederazione: attualmente (e considerato il posto vacante) l’UDC e il PS sono sottorappresentati tra i giudici del Tribunale amministrativo federale.
L’Assemblea federale plenaria procederà all’elezione nel corso della sessione autunnale 2018.

Tasso di occupazione: 100 % (con eventuale possibilità di successiva riduzione)
Luogo di servizio: San Gallo
Entrata in servizio: appena possibile dopo la nomina
Retribuzione: classe di stipendio 33 (secondo l'età e l’esperienza; dettagli su richiesta)

Per ulteriori informazioni sul Tribunale amministrativo federale consultare il sito https://www.bvger.ch/bvger/it/home.html

La candidatura – corredata dei documenti seguenti: curriculum vitae, copie dei diplomi e degli attestati di lavoro, indicazione delle referenze (di cui almeno due professionali) con numero di telefono, elenco delle pubblicazioni, estratti dell’ufficio esecuzioni e del casellario giudiziale, fototessera – deve essere inviata entro il 18 giugno 2018 all’indirizzo seguente:

Segreteria della Commissione giudiziaria, Servizi del Parlamento, Palazzo federale, 3003 Berna

 

Un giudice ordinario di lingua principale italiana presso il Tribunale federale


La Commissione giudiziaria mette a pubblico concorso un posto di giudice di lingua principale italiana presso il Tribunale federale, la Corte suprema della Confederazione.

Requisiti: licenza in diritto, preferibilmente con patente di avvocato; esperienza professionale pluriennale, di preferenza presso un tribunale federale o cantonale, in uno studio legale o nell’amministrazione pubblica; conoscenze approfondite ed esperienza in vari settori del diritto; competenze sociali e capacità di sintesi, metodo di lavoro efficiente, capacità di prendere rapidamente decisioni.
L’esercizio della funzione esige una perfetta padronanza scritta e orale della lingua italiana buone conoscenze attive di una seconda lingua ufficiale; sono gradite conoscenze passive di una terza lingua ufficiale.

La Commissione giudiziaria attribuisce importanza a un’equa rappresentanza delle varie forze politiche in seno ai tribunali della Confederazione: attualmente (e considerato il posto vacante) l’UDC, il PLR e il PPD sono sottorappresentati tra i giudici ordinari del Tribunale federale.
L’Assemblea federale plenaria procederà all’elezione nel corso della sessione autunnale 2018.

Tasso di occupazione: 100 %
Luogo di servizio: Losanna o Lucerna
Entrata in servizio: 1° gennaio 2019
Retribuzione: secondo l’ordinanza dell'Assemblea federale concernente la retribuzione e la previdenza professionale dei magistrati (RS 172.121.1)

Per ulteriori informazioni sul TAF consultare il sito https://www.bvger.ch/bvger/it/home.html

La candidatura – corredata dei documenti seguenti: curriculum vitae, copie dei diplomi e degli attestati di lavoro, indicazione delle referenze (di cui almeno due professionali) con numero di telefono, elenco delle pubblicazioni, estratti dell’ufficio esecuzione e del casellario giudiziale, nonché fototessera – deve essere inviata entro il 18 giugno 2018 all’indirizzo seguente:

Segreteria della Commissione giudiziaria, Servizi del Parlamento, Palazzo federale, 3003 Berna

 

Informazioni importanti per i potenziali candidati

Per l'elezione alla carica di giudice di un tribunale della Confederazione e per l'elezione a procuratore generale della Confederazione o a sostituto procuratore generale della Confederazione è necessaria la cittadinanza svizzera (cfr. art. 143 Cost.; art. 5 cpv. 2 LTF; art. 20 cpv. 1bis e art. 42 cpv. 2 LOAP; art. 5 cpv. 2 LTAF; art. 9 cpv. 2 LTFB).

La Commissione giudiziaria, oltre a valutare l'idoneità professionale e personale dei candidati, bada anche a garantire che le varie forze politiche siano equamente rappresentate in seno ai tribunali della Confederazione (l'appartenenza partitica è nondimeno irrilevante nel caso del Ministero pubblico della Confederazione, dell'Autorità di vigilanza e del Tribunale dei brevetti).

La Commissione giudiziaria mira inoltre ad assicurare un'equa rappresentanza dei sessi nei tribunali della Confederazione.