Il Centro di competenza per le q uestioni parlamentari è parte integrante della Biblioteca del Parlamento e sostiene studenti e ricercatori nelle loro ricerche riguardanti le tematiche parlamentari. Vi è inoltre la possibilità di un cofinanziamento delle ricerche.

 

1. Informazioni generali sulla Biblioteca del Parlamento

La Biblioteca del Parlamento è un luogo di riferimento per i lavori scientifici sulle questioni parlamentari. Gli studenti e i ricercatori possono trovarvi il sostegno di cui necessitano per accedere alle fonti adeguate e alla letteratura specializzata.

La dotazione della Biblioteca del Parlamento si compone in maggioranza di documenti e di testi di riferimento relativi all’Assemblea federale svizzera. A completare la collezione si aggiunge una selezione di pubblicazioni riguardante parlamenti esteri ed assemblee parlamentari internazionali.

Parti della dotazione sono disponibili presso la Biblioteca del Parlamento, altre sono distribuite in diverse istituzioni quali l’Archivio federale (atti) o la Biblioteca nazionale (letteratura). Disponendo di conoscenze approfondite sulla documentazione in ambito parlamentare, il personale della Biblioteca del Parlamento e i collaboratori dei Servizi del Parlamento sono d’ausilio agli studenti e ai ricercatori nella ricerca delle fonti di cui necessitano per i loro lavori, contribuendo in tal modo a trasmettere le conoscenze disponibili sulle questioni parlamentari.

Dal 2012 il sostegno fornito agli studenti e ai ricercatori è coordinato dalla direzione della Biblioteca del Parlamento. Lo scopo è di rendere accessibile il fondo della biblioteca agli specialisti e al grande pubblico fornendo loro, oltre che le fonti storiche, anche contatti in seno ai Servizi del Parlamento. Grazie a un tale interlocutore vengono promossi i lavori scientifici inerenti al Parlamento svizzero e completare le conoscenze disponibili sulla storia del Parlamento. Tali intenti si iscrivono nell’odierna collaborazione sviluppata con singoli istituti universitari svizzeri. 

 

2. Partecipazione al finanziamento dei lavori scientifici

Un’ulteriore possibilità di sostegno dell’attività di ricerca degli studenti e dei ricercatori consiste nel cofinanziamento dei relativi lavori.

Mediante la Biblioteca del Parlamento possono infatti essere cofinanziati i lavori scientifici che contribuiscono a estendere le conoscenze sulla storia del Parlamento svizzero o sulle questioni parlamentari. In controprestazione a tale sostegno, le fonti e i dati generici raccolti nel quadro di questi lavori sono, per quanto possibile, messi a disposizione della Biblioteca.

Gli studenti e i ricercatori interessati possono pertanto presentare i loro progetti di ricerca presso la Biblioteca del Parlamento.

 

Decisione concernente il cofinanziamento di un lavoro scientifico

La direzione della Biblioteca del Parlamento esamina il progetto di lavoro scientifico e decide in merito a un suo cofinanziamento dopo aver consultato la Segreteria generale dell’Assemblea federale. I criteri determinanti di cui tiene conto nella sua decisione sono la portata scientifica e l’attualità del tema.

Le condizioni formali, personali e scientifiche inerenti alle richieste di finanziamento sono esaminate dalla direzione della Biblioteca del Parlamento. La Biblioteca del Parlamento non fornisce alcuna informazione durante la procedura di selezione fino alla comunicazione scritta della decisione, che viene resa nota entro sei settimane dalla presentazione della richiesta.

In caso di decisione positiva, le comunicazioni della Biblioteca del Parlamento riguardano:

• l’importo del contributo accordato e le relative modalità di versamento,
• le condizioni da adempire prima dell’inizio dell’attività scientifica,
• il termine di consegna dello studio e del rapporto intermedio; scadenzario.

 

IMPORTANTE: L’accesso alla Biblioteca del Parlamento, alle sue collezioni e ai posti di lavoro disponibili nei suoi locali è concesso, su richiesta, a tutti coloro che svolgono una ricerca sulle questioni parlamentari.

 

2.1 Modalità

Presentazione di un progetto

Il progetto dev’essere presentato in forma elettronica. La richiesta di cofinanziamento esige la compilazione elettronica esaustiva della documentazione seguente (inviata in formato pdf alla Biblioteca del Parlamento):

• Modulo di richiesta (disponibile sul sito web della Biblioteca del Parlamento)
• Curriculum vitae (al massimo due pagine in formato A4)
• Elenco dei lavori scientifici realizzati
• Progetto contenente la descrizione del lavoro scientifico

Lingue di corrispondenza: tedesco, francese, italiano o inglese.

 

Contenuto del progetto

Il progetto ha lo scopo di descrivere il lavoro scientifico e contiene i seguenti elementi:

  1. Riassunto: Il riassunto presenta lo scopo e il tema del lavoro scientifico descrivendo il contesto più ampio in cui esso si iscrive.
    Oltre al tema dev’essere descritto l’obiettivo, l’insieme delle fonti disponibili e la base metodologica del lavoro.
    La proposta di un titolo è auspicata.
    La lunghezza del riassunto non deve superare le 10 pagine (40 000 caratteri), dimensione caratteri 11 (al minimo) e interlinea 1,5.
  2. Calendario e obiettivi intermedi: Devono essere allegati uno scadenzario e le tappe intermedie della ricerca.
  3. Risultati: Devono essere esposti i risultati che si intende raggiungere e le loro ripercussioni sulle ricerche successive e sull’insegnamento. Si prega di indicare anche la forma nella quale si auspicherebbe pubblicare i risultati.
  4. Finanziamento: Dev’essere indicato l’importo della partecipazione richiesta ed esposte le ragioni per le quali un cofinanziamento del lavoro scientifico da parte della Biblioteca del Parlamento sarebbe opportuno.

 

2.2 Realizzazione del progetto

Sblocco dei fondi finanziari

Il lavoro scientifico deve iniziare entro i sei mesi seguenti la conclusione del contratto. L’importo è versato nelle seguenti modalità:

• il 10 % in acconto a copertura dei costi di trasferta e delle spese correnti;
• il saldo dopo la consegna del lavoro scientifico.

 

Rapporto

Durante il lavoro di ricerca lo studente o il ricercatore redige un rapporto intermedio e lo sottopone alla Biblioteca del Parlamento. Il rapporto intermedio non può superare le 10 pagine in formato A4 ed espone i primi risultati ottenuti e gli obiettivi intermedi raggiunti.

 

Proroga

Se, per ragioni valide, il termine di consegna del lavoro non può essere rispettato, è possibile presentare per scritto una domanda di proroga senza costi supplementari alla Biblioteca del Parlamento.

 

Valorizzazione del lavoro e diritti sui risultati della ricerca

I diritti di proprietà intellettuale e di copyright sui risultati della ricerca spettano allo studente o al ricercatore. La Biblioteca del Parlamento non rivendica alcun diritto di proprietà intellettuale e sull’utilizzazione dei risultati della ricerca o su pubblicazioni che ne derivano.

La Biblioteca del Parlamento riceve un esemplare giustificativo del lavoro scientifico e lo pubblica secondo il principio del libero accesso. Essa esige che i beneficiari di cofinanziamento rendano di principio i loro lavori liberamente accessibili.

Tutti i lavori scientifici cofinanziati dalla Biblioteca del Parlamento devono recare la seguente menzione:

«Elaborato con il sostegno dei Servizi del Parlamento, Biblioteca del Parlamento. Il contenuto del presente documento non riflette necessariamente l’opinione dei Servizi del Parlamento. I Servizi del Parlamento declinano ogni responsabilità per quanto riguarda l’esattezza, l’attualità e l’esaustività delle informazioni fornite.»

Lo studente e il ricercatore comunicano a proprio nome con terzi, senza responsabilità da parte della Biblioteca del Parlamento in quanto istituzione.