L’Assemblea parlamentare della NATO (AP NATO), inizialmente denominata Assemblea parlamentare dell'Atlantico del Nord - AAN) è un organo interparlamentare che, dal 1955, consente alle istanze governative dei Paesi membri di riunirsi per discutere problemi di sicurezza d’interesse comune.
Attualmente vi sono rappresentati i Parlamenti nazionali dei 28 Paesi dell'Alleanza atlantica, di 14 Stati associati, di quattro Stati associati del Mediterraneo nonché di sette altri Paesi osservatori. Vi sono anche rappresentate alcune assemblee parlamentari quali ad esempio quella OSCE e quella del Consiglio d’Europa come anche il Parlamento europeo.

L’AP NATO conta 257 membri, più 66 rappresentanti delle delegazioni associate. In totale partecipano ai lavori dell’Assemblea circa 360 delegati. Questi parlamentari sono, per la maggior parte, membri delle commissioni della difesa dei loro Paesi rispettivi. Così, allorché partecipano ai lavori dell’AP NATO, i presidenti e i vicepresidenti delle Commissioni della politica di sicurezza incontrano i loro omologhi.

Giuridicamente, l’AP NATO e la NATO sono organizzazione del tutto indipendenti fra loro. L’assenza di un legame formale con la NATO, tuttavia, non ha impedito all’Assemblea di sviluppare, con l’andare del tempo, stretti rapporti di lavoro con l’Alleanza atlantica. L’Assemblea ha unicamente potere consultivo, ma si è affermata a poco a poco quale importante piattaforma interparlamentare di dibattito sulle questioni di sicurezza.

L’Assemblea è direttamente finanziata dai parlamenti e dai governi dei Paesi membri; è quindi doppiamente indipendente dalla NATO, sia sul piano finanziario, sia su quello amministrativo. La sede del Segretariato internazionale dell’Assemblea, composto da 30 persone, è a Bruxelles.