Prestazioni del CPA

  • Il CPA conduce studi in merito alla legalità, all’adeguatezza e all’efficacia dell’attività delle autorità federali su mandato delle Commissioni della gestione (CdG) del Consiglio nazionale e del Consiglio degli Stati.
  • Segnala alle CdG questioni per le quali è necessario un esame approfondito sotto il profilo dell’alta vigilanza parlamentare.
  • Verifica, su mandato delle CdG, la qualità delle valutazioni realizzate in seno all’Amministrazione e l'utilizzazione delle stesse nei processi decisionali.
  • Esegue, per conto delle CdG, valutazioni brevi riguardanti questioni specifiche e sostiene le commissioni nelle verifiche inerenti a indagini già effettuate.
  • Può effettuare, su mandato di altre commissioni parlamentari, valutazioni riguardanti l’efficacia di misure prese dalla Confederazione.

Basi legali e contesto istituzionale del CPA

​Nell’intento di consolidare l’alta vigilanza parlamentare, l’Assemblea federale ha deciso nel 1990 di istituire il CPA, un servizio professionale che pianifica e conduce valutazioni su mandato delle commissioni parlamentari. Il CPA opera principalmente su mandato delle CdG e dispone di diritti estesi in materia di informazione (art. 10 dell’ordinanza sull’amministrazione parlamentare in combinato disposto con gli art. 67, 153 e 156 della legge sul Parlamento):

  • il CPA è in contatto diretto con tutte le autorità federali, i servizi e le persone che adempiono compiti di competenza della Confederazione e può richiedere loro informazioni e documenti;
  • il dovere di informazione delle autorità non è limitato dal segreto d’ufficio. Le persone al servizio della Confederazione sono quindi tenute a fornire informazioni complete e veritiere e a dare tutte le indicazioni relative ai documenti utili;
  • il CPA può attribuire mandati a periti esterni e conferire loro i corrispondenti diritti di informazione.

  
Il CPA è integrato nei Servizi del Parlamento, è subordinato dal profilo amministrativo alla segreteria delle CdG e opera unicamente su mandato delle commissioni parlamentari ma in modo del tutto indipendente.

L’attività del CPA si orienta agli standard stabiliti dalla Società svizzera di valutazione (SEVAL)
così come a quelli in vigore nella ricerca associata nell’ambito della valutazione. Il CPA coordina la propria attività con altri organi di controllo della Confederazione e intrattiene scambi di esperienze con le scuole superiori e le università, gli istituti di ricerca privati e gli organi di valutazione dello Stato.