In considerazione della difficile situazione epidemiologica, la Delegazione amministrativa dell’Assemblea federale si è riunita per un colloquio con l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) e il medico cantonale di Berna. Ha deciso di rafforzare ulteriormente le misure di protezione in vista della sessione primaverile 2021.

Il colloquio con l’UFSP e il medico cantonale bernese si è incentrato sulle conclusioni delle autorità sanitarie in merito alle nuove varianti altamente contagiose del virus. Sulla base di queste informazioni la Delegazione amministrativa ha deciso di rafforzare in alcuni punti il piano di protezione allo scopo di garantire uno svolgimento efficiente dei lavori parlamentari nel Palazzo del Parlamento e di tutelare nel miglior modo possibile la salute di tutte le persone coinvolte. Il piano di protezione del Parlamento si basa essenzialmente sulle misure e sulle raccomandazioni del Consiglio federale e dell’UFSP.

Qui si seguito sono esposte le decisioni adottate.

  • L’accesso al Palazzo del Parlamento è ulteriormente limitato e il numero di persone ammesse contemporaneamente all’interno dell’edificio è ridotto al minimo. Possono accedervi solo i partecipanti alle sedute, i collaboratori personali e gli operatori media con una tessera di accesso permanente. Non possono invece più entrare gli ospiti personali dei parlamentari e i visitatori esterni.
  • La Delegazione amministrativa raccomanda ai parlamentari appartenenti ai gruppi a rischio di farsi vaccinare. Dato che la Costituzione federale e la legge sul Parlamento prevedono l’obbligo di partecipazione alle sedute, la Delegazione invita i Governi cantonali a mettere a disposizione dei deputati interessati il vaccino prima della sessione primaverile. Come in precedenza le Camere deliberano validamente solo se è presente la maggioranza dei loro membri (art. 159 cpv. 1 Cost.). Dalla sessione invernale 2020 i deputati del Consiglio nazionale possono votare a distanza se devono restare in quarantena o in isolamento a causa del COVID-19 a seguito di istruzioni emanate da un’autorità.
  • La Delegazione amministrativa raccomanda inoltre ai presidenti delle commissioni e delle delegazioni di fissare delle priorità nella pianificazione delle sedute oppure, ove possibile, di riunirsi in videoconferenza. Per tenere una seduta virtuale è necessario l’accordo del presidente e della maggioranza dei membri della commissione o della delegazione interessata. Per il momento si rinuncia alle visite ai servizii o alle truppe.
  • La settimana scorsa la Delegazione amministrativa aveva già deciso di estendere l’obbligo della mascherina all’interno del Palazzo del Parlamento; da ora quest’obbligo vige anche nelle postazioni protette da plexiglas.

La Delegazione amministrativa si riunirà di nuovo il 5 febbraio 2021.