​Chi è interessato dalla legge?

Questa legge concerne le persone che hanno subito una condanna poiché all’epoca del nazionalsocia-lismo hanno aiutato le vittime di tale regime a fuggire o hanno ospitato rifugiati senza annunciarli alle autorità.
In caso di condanna per altre infrazioni commesse in concorso di reato, l’annullamento si applica anche a queste sentenze se in base a un apprezzamento generale risultano d’importanza secondaria.
La legge non si applica invece alle persone che hanno tratto profitto dalla situazione dei perseguitati in fuga o che li hanno abbandonati o successivamente denunciati.

 

Cosa prevede la legge?

La legge annulla tutte le sentenze passate in giudicato pronunciate dalla giustizia militare o dai tribunali penali federali o cantonali ordinari contro le persone che hanno aiutato i profughi all’epoca del nazional-socialismo. Queste persone sono tutte riabilitate a pieno titolo.
Inoltre la legge incarica la Commissione di riabilitazione a esaminare, su domanda o d’ufficio, se una sentenza penale concreta rientra o no nell’annullamento generale.

 

Chi può fare domanda?

Sono autorizzate a fare domanda:

  • le persone che hanno subito una condanna oppure, dopo la loro morte, i loro congiunti; sono considerati congiunti il coniuge, i parenti in linea diretta, i fratelli e le sorelle nonché i genitori e figli adottivi;
  • le organizzazioni con sede in Svizzera e sotto controllo svizzero che si dedicano alla difesa dei diritti dell’uomo o allo studio della storia svizzera all’epoca del nazionalsocialismo; queste or-ganizzazioni non possono fare domanda contro la volontà della persona condannata o, dopo la sua morte, dei suoi congiunti.

 

Cosa può essere ottenuto con la domanda?

Con la domanda si chiede alla Commissione di constatare che l’atto generale di annullamento si applica a una determinata sentenza penale.
L’annullamento della sentenza non comporta il diritto a un indennizzo per danni materiali o alla ripara-zione del torto morale.
Di regola la Commissione pubblica in modo adeguato il dispositivo della propria decisione. Il richiedente può tuttavia chiedere che essa non sia pubblicata.

 

Cosa deve contenere la domanda e in quale forma deve essere depositata?

La domanda deve essere depositata per scritto e recare la firma del richiedente; occorre inoltre allegare una copia della sentenza o dare le indicazioni necessarie affinché la Commissione possa ritrovare la sentenza.
La Commissione non entra in materia su una domanda se il reperimento della sentenza in questione richiede l’impiego di mezzi sproporzionati.

 

A chi deve essere indirizzata la domanda?

La domanda con cui si chiede di constatare l’annullamento di una sentenza deve essere indirizzata alla Commissione:

Commissione di riabilitazione dell'Assemblea federale
Palazzo federale
CH – 3003 Berna

 

Vi è un termine da rispettare?

La domanda deve essere inoltrata entro il 31 dicembre 2008.
La Commissione può esaminare domande tardive se il ritardo è dovuto a motivi scusabili. In questi casi, il termine ultimo per presentare la domanda è il 31 dicembre 2011.

 

Cosa succede se la domanda è respinta?

La decisione della Commissione è definitiva. Non vi è nessuna possibilità di ricorso.

 

Quanto costa il procedimento?

Il procedimento davanti alla Commissione è gratuito ed è concepito in maniera che non è necessaria la rappresentanza da parte di un legale. Non è prevista un’indennità per le spese di rappresentanza.